Marinella Senatore Best Artist 2022

Inside Art

Con una carriera ventennale, Marinella Senatore (Cava de’ Tirreni, 1977) merita quest’anno a nostro avviso un particolare riconoscimento per essere riuscita in modo decisivo a distinguersi nel panorama internazionale con i suoi progetti impegnati, in grado di coinvolgere un pubblico eterogeneo.


Attraverso la sua pratica artistica partecipativa e relazionale, Senatore incrocia discipline diverse, tra cui arti visive, danza e teatro arrivando a dare nuovo significato politico alle formazioni collettive e a offrire al pubblico un’opportunità per generare un cambiamento sociale. Grazie alle sue azioni sempre curate nel minimo dettaglio, l’artista ha generato un nuovo interesse per la performance, intesa come linguaggio universale per parlare al mondo ma anche come pratica efficace per innescare un dialogo tra storia, cultura e strutture sociali.


Il 2022 l’ha vista protagonista in diversi appuntamenti, da Parigi a Londra. Al Palais de Tokyo ha curato a settembre il Festival Alliance des Corps, tra performance e sculture luminose, la pratica a cui ci ha abituato resta sempre nuova caricandosi del potere trasformativo della condivisione e dell’impegno sociale. Mescolando cultura pop, danza, musica, attivismo, i riti collettivi costruiti dall’artista hanno invaso anche gli spazi londinesi di Mazzoleni e della Battersea Power Station. Altro traguardo di quest’anno è il decimo anniversario della nascita di SOND (School of Narrative Dance), la scuola itinerante fondata da Senatore, che celebra l’unione, l’empowerment e l’emancipazione dell’individuo.


Il ruolo necessario di un’artista capace di attivare una forza trasformatrice che raggiunge lo spettatore, sempre.

December 29, 2022
38 
of 84